Cura e manutenzione dell’erogatore

La cura e la manutenzione dell’erogatore

Vuoi effettuare immersioni serene e in piena tranquillità? La prima regola sicuramente è quella di far controllare il tuo erogatore!
Gli erogatori richiedono una cura e una manutenzione maggiore rispetto ad altre parti del tuo equipaggiamento come pinne, maschera e muta. La revisione erogatori è motivo di sicurezza!

Dettagli

Gli erogatori hanno bisogno di cure speciali per il risciacquo e la conservazione. Essi hanno la necessità di controlli e manutenzioni periodiche presso negozi e personale specializzato, diffida quindi del fai da te!

Il primo rimedio è risciacquarlo mentre è ancora avvitato alla bombola e, se possibile, ancora in pressione in modo da ridurre totalmente la possibilità che l’acqua entri nel primo stadio causando danni, soprattutto se si tratta di un primo stadio a membrana.
Se questo non è fattibile, assicurati che il tappo sia perfettamente avvitato al primo stadio e ricordati di non premere il pulsante di spurgo del secondo stadio mentre lo si sciacqua.
Il mancato risciacquo dell’erogatore dopo l’immersione causa la diminuzione delle sue prestazioni più in fretta di qualsiasi altro fattore!

Miglior risciacquo è quello di porre l’intero gruppo erogatore sotto un moderato flusso d’acqua dolce.
In mancanza di questo lo si può immergere in un catino e, successivamente, prelevare per cercare di asciugarlo (soffiando), rimuovendo quindi più acqua possibile nelle parti più accessibili.
Quando l’erogatore viene riposto si deve evitare di piegare ad angolo tutte le fruste, da quella dell’erogatore a quella del manometro e del GAV.

Quando effettuare il controllo degli erogatori?

Ricorda che gli erogatori devono essere controllati da personale specializzato ogni volta che si realizza una delle seguenti situazioni:

  • Se è passato oltre un anno dall’ultimo controllo
  • Se l’erogatore ha lavorato duramente negli ultimi cinque/sei mesi
  • Se l’erogatore presenta un danno visibile
  • Prestazioni ridotte come la durezza nell’inspirare
  • Sospetti di mal funzionamento

Un controllo completo include diversi step: si parte con lo smontaggio completo, in modo da non avere nessun dubbio su dove possa esserci il problema.
Successivamente tutte queste parti vengono sottoposte a pulizia completa mediante acido, aceto oppure in un bagno ultrasonico con speciale agente detergente.
Una volta puliti e asciugati tutti i pezzi del primo e secondo stadio è necessario montare nuovamente il tutto con appostiti kit di revisione completi e originali. Dopodiché avverrà la regolazione seguendo le specifiche del produttore.

Ricorda che una buona cura e un’assistenza regolare ti forniranno anni di tuffi divertenti in piena sicurezza! Altro aspetto da non sottovalutare, per finire, è l’utilizzo di parti di ricambio originali.
Ricorda sempre di riporre i tuoi erogatori in una borsa dedicata.

Se l’articolo ti è piaciuto o se hai dubbi/domande non esitare a scriverlo nei commenti!

Lascia un commento

Carrello